You Are Here: Home » Eventi anzio » L’ESTATE INFINITA

L’ESTATE INFINITA

L’ESTATE INFINITA

LA REALTÀ DIETRO IL SOGNO DI SETTE ANNI INDIMENTICABILI (1966/1973)
FATTI, TRIONFI, TRAGEDIE
MA SOPRATTUTTO MUSICA

Uno spettacolo di Paolo Fusi
con Michelangelo Biagiotti, Emanuele Cannatella, Bianca Giovannini, Paolo Fusi, Desirée Infascelli, Matteo Marchi, Leonardo Marcucci.
regia Carlotta Piraino
musiche originali di Paolo Fusi
immagini di Alessandro Galluzzi, Vera Suprani e Claudio Oliva
costumi di Le CostuMistiche

Mi ricordo bene. Era un’estate, una lunga, lunghissima estate, un’estate infinita. Anche sotto la pioggia splendeva un sole allegro, morbido, un vento frizzante portava profumi di patchouli e marijuana, di pino silvestre e salsedine, di libertà e speranza. Era iniziata con l’abolizione della censura, nel gennaio del 1966, e con l’elezione del primo nero a ministro degli Stati Uniti. Un’estate turbinosa, di grandi amori ed odi inestinguibili, di marce e sassaiole, di fiori nei cannoni, di vestiti sgargianti, coloratissimi, folli. In quell’estate, che durò sette anni, credemmo di avere non solo la gioventù, ma anche la verità in tasca. Tutto sembrava semplice, possibile, meraviglioso, la felicità a portata di mano. Avevamo canzoni stupende, come non ce ne sono più state, e nel nostro gioioso danzare ignorammo tutti i segnali che invece dicevano: guerra, inquinamento, sangue, fatica, repressione, umiliazione, fascismo, miseria. Non siamo qui a piangere la nostra nostalgia o a pentirci per il nostro stolto bisogno di semplificazione. Questi sono errori che fanno tutti i giovani, sempre, da sempre, per sempre. Siamo qui a cantare quella indimenticabile estate, perché non bisogna solo ricordare le cose brutte, si deve ricordare anche il bello. Raccontando, suonando, contestualizzando. Senza sguainare i nostri indici da saccenti, ma rispolverando quei nostri vestiti sgargianti, il nostro sorriso, la nostra timida spavalderia. Sarebbe bello se capissero tutti: in fondo era un’estate da cicale, era semplicemente un’estate infinita. Dopo siamo stati scacciati dall’Eden e precipitati nell’incubo che stiamo vivendo ora. Fummo figli dei fiori, ora ne siamo nonni. Evviva.

IL TOUR
Venerdì 28 novembre – Frosinone, Satyricon
Sabato 29 novembre – Segni (RM), Sala Polifunzionale
Lunedì 1° dicembre – Trieste, Teatro dei Fabbri
Mercoledì 3 dicembre – Rovereto (TN), Loco’s Bar
Giovedì 4 dicembre – Milano, Auditorium Demetrio Stratos
Venerdì 5 dicembre – Bologna, Piccolo Teatro del Baraccano
Sabato 6 dicembre – Torino, Spazio Trad!
Domenica 7 dicembre – Toffia (RI), 33OC
Lunedì 8 dicembre – Follonica (GR), Tiburon
Mercoledì 10 dicembre – Rimini, CSA Grotta Rossa
Giovedì 11 dicembre – Latina, Circolo Hemingway
Venerdì 12 dicembre – Anzio (RM), Nomeldt
Sabato 13 dicembre – Roma, Palazzo Santa Chiara
Domenica 14 dicembre – Roma, Palazzo Santa Chiara
CONCERTO SPECIALE DI NATALE

© 2011-2013 Realizzazione siti web anzio | Posizionamento sui motori di ricerca by WebGhighi.com

Scroll to top