You Are Here: Home » News dal Comune » Decimo anniversario Strage di Nassiriya – Anzio

Decimo anniversario Strage di Nassiriya – Anzio

Decimo anniversario Strage di Nassiriya – Anzio

Saluto le autorità militari, politiche e civili e tutti gli intervenuti alla commemorazione di questo DECIMO anniversario della strage di Nassiriya che costò la vita a 19 italiani: dodici carabinieri, cinque militari dell’Esercito e due civili che perirono mentre erano impegnati in una missione di pace Iraq.

Da quel tragico giorno, di fatto, il 12 novembre rappresenta una giornata di lutto nazionale e la nostra Città, tra le prime in Italia, intitolò una Piazza ai Caduti scolpendone i nomi su questa lapide che  simbolicamente ricorda anche tutti gli altri militari, scomparsi mentre erano impegnati al servizio della Patria.

A dieci anni da quella drammatica strage mentre diversi Comuni, tra i quali il nostro, intitolavano strade e piazze a quegli eroi, pianti da tanti e portati come esempio dell’Italia migliore, ci deve lasciare basiti il fatto che ancora il Governo non sia riuscito a conferire a questi ITALIANI la Medaglia d’Oro al Valor Militare.

A questo proposito vorrei citare il pensiero della Signora Paola Cohen, vedova del Maresciallo dei Carabinieri, Enzo Fregosi, caduto a Nassiriya:

“Sono incredula ed amareggiata. Mi sento presa in giro. A noi non interessa il lato finanziario della vicenda, ma un riconoscimento perenne a chi è morto mentre serviva il proprio Paese e contribuiva a far rinascere la democrazia in Iraq”. 

Anche in questa triste giornata, così come ho fatto lo scorso 4 novembre, non posso fare a meno di ricordare i due marò italiani, Salvatore Girone e Massimo Latorre che, da quasi due anni, sono vergognosamente detenuti in India.

Credo sia arrivato il momento che il nostro Governo trovi una soluzione definitiva a questa problematica che consenta, a breve, di riportare in Italia questi ragazzi che auspico possano trascorrere le prossime festività natalizie insieme alle rispettive famiglie.

Ad oggi sono oltre 5.000 i militari impegnati in missioni di pace:  lì dobbiamo ringraziare e tutti noi, ognuno per le proprie responsabilità, dovremmo prendere esempio dal loro coraggio e dal loro impegno che ci deve far sentire orgogliosi di essere ITALIANI.

© 2011-2013 Realizzazione siti web anzio | Posizionamento sui motori di ricerca by WebGhighi.com

Scroll to top