You Are Here: Home » Politica » Ammnistrative Anzio: Bruschini ha presentato i candidati e il programma

Ammnistrative Anzio: Bruschini ha presentato i candidati e il programma

Ammnistrative Anzio: Bruschini ha presentato i candidati e il programma

Bruschini:
Meglio Parroco di campagna che principe con i suoi sudditi; meglio essere Cesare che Bruto

Il Sindaco di Anzio, Luciano Bruschini ha presentato, nella suggestiva cornice dei giardini della Riviera di Ponente ai piedi del monumento a Nerone, il programma di governo 2013-2018 ed i 96 candidati delle quattro liste che lo sostengono (Pdl, Lista Bruschini, Lista Enea ed Evoluzione Anzio – Attoni) in vista delle prossime elezioni amministrative del 26 e 27 maggio.

Nessun palco, niente formalità, “sono una persona semplice come tutti voi” ha detto Luciano Bruschini che, durante il suo intervento, ha voluto accanto gli Assessori ed i Consiglieri uscenti ma soprattutto le tante ragazze ed i tanti ragazzi che hanno deciso di candidarsi e di sostenerlo nella prossima tornata elettorale.

Vi ringrazio ragazzi – ha affermato Luciano Bruschini – per la passione e per l’impegno che state mettendo in questa campagna elettorale, che andremo a vincere tutti insieme. Nei giorni scorsi mi hanno apostrofato come Parroco di campagna, meglio Parroco di campagna che principe con i suoi sudditi; meglio la parte di Dona Abbondio che quella di Don Rodrigo; soprattutto, visto che siamo in luogo storico di Anzio dove nacque l’Imperatore Nerone, meglio essere Cesare che Bruto. Sono un moderato per natura, mi si accusa spesso di esserlo troppo ma, sapendo che perderanno queste elezioni, stanno tentando in tutti i modi di rendere durissima questa campagna elettorale.

Sesarà così siamo pronti e non chineremo certamente il capo, siamo fortunatamente in un Paese libero e democratico e no in una Contea. Noi stiamo dalla parte della ragione e dalla parte della coerenza, stiamo dalla parte giusta. Ripeto che io sono una persona onesta e che conosco meglio di tutti la storia di questa città ed i personaggi di questa città molti dei quali, nel loro via vai tra maggioranza e opposizione, non sono mai venuti da me per chiedere qualcosa di utile per i cittadini”.

Come certificato per iscritto dalla Ragioneria Generale del Comune di Anzio – prosegue Bruschini – ho ereditato 33 milioni di euro di debiti, in questi 5 anni ne abbiamo pagati 16 milioni compresi gli interessi e tutti i mesi il Comune di Anzio paga circa 300.000 euro di rate mutuo, certamente non accesi da me. Nonostante questo, ho risanato le casse comunali senza mai mettere le mani nelle tasche dei cittadini, anzi riducendo l’IMU sulla prima casa e mantenendo ai prezzi più bassi della nostra Regione fondamentali servizi come mense, scuolabus e parcheggi.Ma le città sono fatte da persone ed a loro, a questi cittadini in difficoltà, con orgoglio posso dire di non aver mai voltato le spalle. Poi abbiamo fatto tantissime altre cose, che sono negli opuscoli che stiamo distribuendo ai cittadini: il Parco di Villa Adele oggetto di due importanti interventi nel 2009 e nel 2012, l’area parcheggio La Piccola con il trenino gratuito, la raccolta Porta a Porta, le Bandiere Blu, una Città tornata ad essere pulita ed ordinata con aree verdi curate, la nuova viabilità di Lavinio Stazione e tutta una serie di opere e provvedimenti che stiamo facendo conoscere ai cittadini”.

A fianco di Bruschini il primo Sindaco di Anzio ad essere eletto con il maggioritario, l’avv. Stefano Bertollini ed il Responsabile della Campagna Elettorale del centrodestra, l’Assessore Sebastiano Attoni che ha detto:

Tutta la destra di Anzio è insieme a te Luciano, tu sei un galantuomo e puoi contare su tutto il nostro coerente, leale e totale sostegno”.

Contestualmente Sebastiano Attoni, tra i flash dei numerosi fotografi e l’applauso degli intervenuti, ha fatto alzare in aria, da tanti giovani, i cartelli raffiguranti i quattro punti shock della coalizione di centrodestra e di Luciano Bruschini:

1) Nuovo Porto di Anzio per il quale Luciano Bruschini con pazienza ed
impegno ha ottenuto il rilascio della concessione edilizia;
2) Parco Tematico Neropoli nato da un’idea dell’Arch. Daniele Impallara;
3) Parco Termale di Anzio;
4) Anzio Central Park nell’area dell’Ospedale Militare per la quale Bruschini ha in corso un’importante corrispondenza con il Ministero della Difesa.

“Una persona è veramente libera – ha affermato Bruschini nel suo articolato intervento – soltanto se possiede una casa ed un lavoro. Soltanto in questo modo può non sentirsi in dovere di chiedere cortesie al politico di turno. A questo servono i quattro punti shock: punteremo sull’industria del Turismo per dare nuove opportunità di lavoro sul nostro territorio, in collaborazione con l’imprenditoria privata. Nel nostro programma al primo posto ci saranno sempre i più deboli ai quali non dobbiamo voltare le spalle e ci sarà la ristrutturazione delle nostre scuole auspicando che, almeno su questi interventi, cessino i vincoli del patto di stabilità. Miglioreremo la viabilità pedonale e realizzeremo piste ciclabili per una migliore qualità della vita”.

L’Avv. Stefano Bertollini ha chiuso gli interventi affermando: “In tanti mi hanno chiesto perché sono in questa piazza, ed io rispondo che basta guardare negli occhi l’entusiasmo di questi giovani per comprendere la mia scelta. Io sono a casa mia e vedo che ci sono tutti gli amici della destra di Anzio, siamo tutti coerenti e leali a sostegno di una persona perbene come Luciano Bruschini: l’unico che può dare una prospettiva di futuro a questa città”.

© 2011-2013 Realizzazione siti web anzio | Posizionamento sui motori di ricerca by WebGhighi.com

Scroll to top