You Are Here: Home » Salute » Anzio, il reparto di ostetricia rischia la chiusura

Anzio, il reparto di ostetricia rischia la chiusura

Anzio, il reparto di ostetricia rischia la chiusura

Il reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Anzio e Nettuno è al collasso.

Mancano medici e personale di ogni tipo, da oltre un anno è diventato impossibile garantire i turni di guardia notturni.

“La situazione è insostenibile, non ci ascolta nessuno”, dichiarano.

“Non vengono smentite – continuano i dipendenti – le voci di chiusura che vanno avanti da tempo e hanno allarmato la popolazione”.

E : “Nella stessa Asl sono stati chiusi interi ospedali per scarsità di lavoro, ma i dipendenti sono stati spostati altrove perché Anzio è lontano e nessuno vuole andarci”.

Il reparto di ginecologia e ostetricia è l’unico all’interno della Asl dotato di sala operatoria interna, e grazie a questo è diventato il secondo ospedale della Regione per il minor numero di tagli cesarei. L’ospedale di Anzio e Nettuno svolge più di 800 interventi l’anno solo di ginecologia e ostetricia, ed è uno dei poli di riferimento per la patologia uroginecologica della Asl.

 

© 2011-2013 Realizzazione siti web anzio | Posizionamento sui motori di ricerca by WebGhighi.com

Scroll to top